La “processione dei santi” al Palatino e ai Fori

In cammino dietro alle immagini dei santi di Roma, attraverso i Fori, di notte, nel cuore della città. Accadrà, per la prima volta, il prossimo 31 ottobre: una processione, con partenza attorno alle 20, si snoderà dalla chiesa di Santa Maria Antiqua fino a quella di Sant’Anastasia, con soste a San Sebastiano e San Bonaventura al Palatino. «L’idea è quella di accendere questa notte speciale per noi cristiani di luce, di preghiera e di bellezza – spiega padre Davide Carbonaro, parroco di Santa Maria in Portico in Campitelli e tra gli organizzatori dell’iniziativa –. Una notte speciale che ha il sapore della Pasqua di Gesù, nella quale la Chiesa cammina e veglia con i testimoni in un luogo, il cuore di Roma, che ci lega alla testimonianza martiriale di ieri e orante di oggi».

L’ingresso è previsto da largo Corrado Ricci a partire dalle 19. Da lì si potrà accedere alla chiesa di Santa Maria Antiqua, dove si terrà un momento di preghiera presieduto dal vescovo ausiliare del settore Centro, monsignor Gianrico Ruzza, che guiderà poi la processione attraverso i Fori. Ad aprire il cammino, le icone dei santi legati alla Città Eterna; dietro i fedeli, e ciascuno potrà portare l’immagine di un santo a cui è particolarmente legato. «Roma è una città di grandi santi – riflette il vescovo – così abbiamo pensato a una notte di preghiera in compagnia dei santi, che vivremo in uno dei luoghi più belli del mondo, cioè la zona del Palatino e dei Fori, con gioia. Perché la ricerca della santità è la ricerca della verità e della felicità».

Quindi la prima sosta, presso le Fraternità monastiche di Gerusalemme nella chiesa di San Sebastiano, dove verranno recitate le litanie dei santi. La tappa successiva è invece prevista nella chiesa di San Bonaventura al Palatino, affidata ai frati francescani, dove ci sarà l’adorazione della Croce. Infine, l’arrivo a Sant’Anastasia, per l’adorazione eucaristica e la conclusione, attorno all’una e mezza.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi